Mondo Gatto

MONDO GATTO LODI Onlus è un’associazione di volontariato che vede le sue origini a Lodi nel lontano 1991 su iniziativa di 6 persone particolarmente sensibili alle problematiche feline e animaliste.

Si è costituita associazione onlus nel 1999 ed è iscritta al Registro Generale del volontariato  sezione provinciale di Lodi al progressivo n. 2826. Non ha scopo di lucro e opera per mezzo di volontari.

MONDOGATTOLODI opera quindi ormai da 23 anni sul territorio lodigiano e per il suo impegno ha ricevuto un attestato di benemerenza dal Comune di Lodi nel 2001 con la seguente motivazione: “MONDOGATTOLODI contribuisce a rappresentare quel volto della città che esprime il senso civico e alti valori morali: l’amore per il genere umano presuppone, sicuramente, l’amore per gli animali e, in genere, per tutte le creature”.

 

I NOSTRI OBIETTIVI

Nel 1991, ottenuto in comodato dal Comune di Lodi uno spazio nell’area ex- macello, a spese dei soci e volontari ha realizzato un rifugio per gatti abbandonati, bisognosi di cure, che vengono quotidianamente assistiti dai volontari in attesa di trovare loro una famiglia cui affidarli.

MONDOGATTOLODI ha quindi tra i suoi obiettivi la promozione di una cultura di rispetto e attenzione nei confronti degli animali, in particolare nei confronti dei gatti presenti nell’ambiente urbano.

Interviene sensibilizzando contro il randagismo, promuovendo la sterilizzazione dei gatti liberi e adottati; si prende cura dei gatti abbandonati ospitandoli e assistendoli nel proprio rifugio, attivandosi nei modi propri per la loro ricollocazione – ove possibile –  presso cittadini e famiglie che ne chiedono l’adozione.

Per porre in atto i propri obiettivi i nostri volontari si occupano della gestione del rifugio (alimentazione, pulizia, terapie sanitarie secondo le indicazioni del direttore sanitario). Occasionalmente vengono effettuate attività di sensibilizzazione e di raccolte fondi in collaborazione con enti ed istituzioni pubblici o privati. L’associazione si sostiene primariamente attraverso le quote associative e le donazioni, compresa la destinazione di parte dei contributi del 5 x 1000.

Commenti chiusi