Il veterinario

In questa pagina cercheremo di aiutarvi a conoscere meglio i nostri amici felini, le malattie più diffuse e altri consigli utili…

 

LE MALATTIE FIV e FELV

 

FIV è il virus dell’immunodeficienza felina, è un retrovirus ad RNA ed è specifico del gatto. Questo significa che chiunque decida di adottare un gatto detto FIV+, ovvero infettato da questo virus, deve assolutamente essere tranquillo per la propria salute e per quella dei propri cari, anche se fossero bambini piccoli. Non c’è infatti nessuna possibilità che il virus possa essere trasmesso all’uomo.
La propagazione di tale virus è però specie-specifica, ovvero viene passata da un micio infetto ad un micio sano che quindi a sua volta diventerà FIV+, la trasmissione del virus però avviene solo attraverso saliva, ferite da morso tra gatti infetti e trasfusioni da gatti portatori di tale virus.
Purtroppo non esistono farmaci che curino un micio FIV+, ovvero che lo negativizzino, e non esiste nemmeno alcuna prevenzione farmacologica a tale infezione. Un micio FIV+ sarà sempre FIV+. Si possono però di volta in volta curare le varie sintomatologie, permettendo un notevole miglioramento della qualità di vita soprattutto se al riparo in un ambiente domestico.

 

FELV è il virus della leucemia felina, è un virus ad RNA specifico del gatto. Analogamente a quanto detto per FIV, anche in questo caso quindi non c’è mai alcuna possibilità che il virus possa essere trasmesso all’uomo anche in seguito al contatto con un micio infetto ovvero FELV+.
Il virus è infatti trasmesso solo tra gatti, in particolare mediante saliva, ferita da morso e trasfusione di sangue da gatto FELV+.
Purtroppo anche in questo caso non esistono farmaci che curino un micio FELV+, ma si possono trattare le singole sintomatologie per garantirgli una qualità di vita migliore. Anche in questo caso le amorevoli cure di una famiglia all’interno di un ambiente domestico sarebbero da preferire per un micio FELV+.
Fortunatamente però, a differenza della FIV, per la FELV sono adesso a dispozione dei trattamenti preventivi molto efficaci. Sono infatti dei vaccini che aiutano l’organismo del micio trattato a sviluppare anticorpi in grado di riconoscere il virus, se venuto a contatto, e a combatterlo distruggendolo.

 

 

LE PULCI
Le pulci, lo sappiamo tutti, sono dei parassiti molto fastidiosi per i nostri mici e sono anche molto pericolosi perché possono trasmettere loro delle malattie e, soprattutto nei cuccioli, causare danni molto seri. Inoltre il prurito continuo induce il micio a grattarsi continuamente e ciò può portare a lesioni più o meno estese della pelle e perdita del pelo.
E’ importantissimo PREVENIRE le infestazioni da pulci sui nostri animali.
Questi fastidiosi organismi vivono nutrendosi del sangue del gatto e si riproducono molto velocemente, rendendo più complicato riuscire a debellarle. Inoltre, non tutti sanno che, una parte delle uova che vengono depositate si schiudono sui pavimenti o sui tappeti di casa, risalendo poi sul micio alla prima occasione.
Ricordate che le pulci non ci sono solo nei mesi caldi. SONO ATTIVE TUTTO L’ANNO, GIORNO E NOTTE !!!
In commercio esistono molti prodotti per prevenire queste infestazioni.
Chiedete sempre consiglio al vostro veterinario. E ricordate di NON UTILIZZARE MAI I TRATTAMENTI ANTIPULCI PER CANI SUI VOSTRI MICI: le sostanze contenute possono essere pericolose per il vostro gatto.
Come riconoscere le pulci? Se non se le vedete scorrazzare sul vostro micio potete accorgervi di loro perché il micio si gratta più del solito (attenzione: se vedete il micio che si gratta normalmente durante il giorno non vuol dire che abbia le pulci! Anche a noi capita di grattarci e ciò non vuole dire che siamo infestati da parassiti!). In caso di dubbio pettinatelo con i pettinini a denti fitti. Se ci sono pulci i loro escrementi rimarranno incastrati nel pettine (hanno l’aspetto di piccoli granelli scuri). Potete poi tamponare i granellini con del cotone bagnato, se sono escrementi di pulce si dissolveranno e lasceranno la traccia di sangue.

 

Se avete dubbi ricordate sempre che il vostro veterinario può aiutarvi a risolverli!

Commenti chiusi